HOMEconsiglio  
             

 

La Nostra Storia

A Pietradefusi opera da alcuni anni il Gruppo Fratres che periodicamente cura sul territorio la giornata della donazione sangue in collaborazione con il Reparto di Ematologia dell'Ospedale "G.Moscati" di Avellino.
Tutto ebbe inizio da una proposta di un numero esiguo di concittadini gia donatori volontari e del nostro Parroco Don Gerardo De Corso, che hanno più volte incentivato alla formazione di un Gruppo Donatori Sangue anche nel nostro Comune. Ed è così che prendendo le dovute informazioni ed approfondendo sulla questione insieme all'ex primario del centro trasfusionale di Avellino il dott. Antonio Di Benedetto, ci fu consigliato, avendo gia sul territorio una sede di Misericordia già riconosciuta, di costituirci in gruppo Fratres.
Così tra le mura di una sacrestia alcuni donatori veterani, la nostra guida spirituale, il nostro presidente con tanto coraggio e fiducia nel prossimo (donatore) hanno dato luce al

 
 
 
GRUPPO DONATORI DI SANGUE FRATRES DI PIETRADEFUSI
Consapevoli dell'estrema importanza sociale della donazione del sangue, unico prodotto che spesso manca e non si può fabbricare, la prima donazione fu effettuata con molto entusiasmo ma pochi mezzi a disposizione.
Era il 3-11-2002 , l'emoteca dell'ospedale "G.Moscati" di Avellino arriva in piazza Marconi tra lo stupore e la
diffidenza generale. Il risultato fu scaramantico: 17 donazioni. Fortuna o sfortuna? Nonostante l'accezione negativa che molti attribuiscono a questo numero, per noi è stato di buon auspicio, come è dimostrato dalle nostre statistiche. Fin dalla seconda donazione il gruppo ha usufruito della preziosa opera del
dott. G. De Caro, il quale oltre alle sue competenze mediche, ha messo e mette a disposizione
il suo ambulatorio per le giornate di donazione.
Il 22-03-2002 la nostra Associazione ha ottenuto l'affiliazione alla Consociazione Nazionale dei Gruppi Donatori di Sangue Fratres e ne ha adottato lo statuto accettandone le norme.
Nel 2005 si procede alla registrazione del gruppo presso l'ufficio Registro del Territorio e subito dopo ci si attiva per l'iscrizione al registro regionale del volontariato, avvenuta il 15-02-2006 con decreto n. 75 . Successivamente si chiese anche il decreto come associazione ONLUS.
In questi 6 anni il nostro gruppo è cresciuto non solo quantitativamente (da 17 a ben 130 donatori)
ma anche qualitativamente; infatti a dimostrazione che anche un piccolo comune come il nostro
di soli 2530 abitanti sa essere socialmente attivo, è la capacità di organizzare ogni tre mesi
la giornata della donazione con risultati soddisfacenti, date le donazioni effettive e i donatori
attualmente iscritti alla nostra associazione.
Il Gruppo Fratres di Pietradefusi ha provveduto anche a vivacizzare la sua attività con varie iniziative rivolte ad una mirata campagna di sensibilizzazione della cittadinanza, soprattutto dei più piccoli, nei quali il gruppo confida tutte le sue prospettive future. Tra i suoi progetti di educazione sanitaria il gruppo :
-sponsorizza la squadra di calcetto di Pietradefusi. (pulcini)
-provvede alla celebrazione della giornata annuale del donatore
-rende informazioni ed eventualmente accompagna i donatori al centro trasfusionale
-organizza eventi per gli abitanti del paese.
Sprone a tutte queste attività è stato il nostro instancabile Presidente Alessandra Capone, la quale attualmente ricopre anche la carica di Presidente Provinciale dei Gruppi Fratres di Avellino.
Inoltre, da qualche mese, l'Arcivescovo di Benevento ha voluto destinare un camper della Diocesi
perchè il Gruppo Fratres di Pietradefusi potesse attivarsi alla sensibilizzazione delle parrocchie
della Diocesi, soprattutto dove non ci sono i Gruppi Fratres o le Misericordie, perchè si potesse a livello diocesano poter disporre di un numero di donatori sempre più numeroso, per far fronte alle tantissime urgenze di sangue. Il progetto si inserisce anche in una nuova idea di CARITAS, che non è solo attenzione alle povertà sul territorio ma anche una risposta concreta e generosa ai bisogni per la dignità della persona,
e tra questi c'è quello del sangue.
I principi ai quali si ispira il gruppo sono quelli cristiani. Non ha scopo di lucro ed opera esclusivamente
per fini di solidarietà. In ultimo grazie all'amore, alla generosità e alla sensibilità di alcuni nostri concittadini possiamo annoverare fra i nostri successi anche le donazioni di Plasma e di Piastrine.
     
  a cura di Soscia Cristiana